Chi è Lucie Castets, candidata premier del Nuovo fronte popolare

Economista 37enne, fondatrice del collettivo Nos services publics e direttrice delle finanze del Comune di Parigi dal 2023. La sua ascesa al governo è tutt’altro che scontata. “La questione non è il nome, ma la maggioranza”, ha detto Macron: nessun profilo verrà scelto “prima della fine delle Olimpiadi”
Published
Categorized as Esteri, Home

I sei mesi di Biden per risolvere il conflitto tra Israele e Hamas

Non è più candidato, ma è ancora presidente, le pressioni dall’ala più a sinistra dei dem lo interessano meno e adesso può concentrarsi su un accordo per liberare gli ostaggi, il cessate il fuoco e un piano per il dopoguerra. Netanyahu al Congresso e gli incontri segreti ad Abu Dhabi
Published
Categorized as Esteri, Home

Gli zeru tituli italiani in Europa. Una mappa delle occasioni perse

L’Italia si è vista sfilare l’assegnazione del ruolo di inviato per il Fronte sud della Nato, ha perso la presidenza del Consiglio di vigilanza della Bce, non ha ottenuto la guida della Bei. A questo si aggiunge il flop annunciato sulla candidatura di Roma all’Expo. Alla lunga si paga un prezzo ad avere una classe dirigente debole

Winston Churchill e i grandi alla resa dei conti

Il primo ministro inglese confidava che l’Impero britannico non avrebbe mai perso la guerra, ma sapeva che senza l’aiuto americano non l’avrebbe mai vinta. Intuì subito le mire sull’Europa di Stalin, a differenza del miope Roosevelt

Altro che schwa e festival dell’Unità

Le femministe accettano con gioia l’apposizione della schwa a un termine di genere femminile e non si curano delle battaglie più importanti: la ricerca in campo medico che da sempre viene condotta con esclusivo riferimento al tipo umano di sesso maschile

L’interesse della Lega per la storia (male interpretata)

Matteo Salvini ha scelto di far slittare il raduno di Pontida al 6 ottobre, vigilia dell’anniversario della battaglia di Lepanto, che evitò l’invasione dell’Europa. Come? Tramite un’alleanza. Il che dovrebbe fungere da monito: dominare gli impulsi patriottici per aderire a una comunità sovranazionale. Tipo l’Unione europea

La vita in una bolla digitale. Parla David Le Breton

Più connessioni, meno conversazioni. E non ci sono quasi più sguardi e sorrisi. Smartphone e social, il trionfo della dimenticanza di sé. L’intervista all’ex professore di sociologia e antropologia all’Università di Strasburgo e autore del saggio “La fin de la conversation”

L’arte sotto il vulcano

Il premio Stromboli tra musica e inquietanti eruzioni: un?ambiziosa iniziativa che tocca discipline diverse e alterna l?arte a parentesi di commedia sociale

Aforismi carcerari in cerca d’autore

Il grado di civiltà di un paese si misura osservando le condizioni delle sue carceri: un concetto espresso da Dostoevskij, Voltaire, Brecht o un ex galeotto canadese? Non importa, soprattutto perché è ancora estremamente attuale

Stanare i dottori di Molière

Oggi tutto è sistemico e se non è sistemico è strutturale. Ma è il più delle volte un gioco di prestigio linguistico, se non proprio una millanteria

Quei media occidentali utili idioti di Hamas

“Nonostante il gruppo terroristico abbia di fatto preso in ostaggio la striscia di Gaza e tutti i suoi abitanti e li terrorizzi regolarmente, questi crimini non vengono mai riportati dai media arabi e occidentali, né dalle organizzazioni internazionali per i diritti umani”, scrive su Newsweek Hamza Howidy

L’appello di Biden all’America: “Ora abbassiamo i toni”

La Casa Bianca ha scelto il formato più solenne per dare peso al messaggio del presidente: un discorso video dallo Studio Ovale, con Biden seduto dietro la storica scrivania Resolute. È la formula che viene utilizzata nei momenti più gravi della vita del paese
Published
Categorized as Esteri, Home

La Luna nera di Assad

La morte misteriosa di Luna al Shibl, consigliera e confidente di Bashar con tanti nemici. Uno su tutti: Asma al Assad
Published
Categorized as Esteri, Home

“E’ il momento dell’unità”, dice Biden alla Casa Bianca

“Non c’è spazio in America per questo tipo di violenza”, ha detto il presidente americano in una breve conferenza stampa. “Un attentato è contrario a tutto ciò che rappresentiamo come nazione. L’unità è l’obiettivo più sfuggente di tutti, ma niente è più importante di questo ora”
Published
Categorized as Esteri, Home

Una convention cambiata dagli spari

Lunedì si apre la convention dei repubblicani a Milwaukee. L’appuntamento, già destinato a segnare il trionfo di Trump, dopo l’attentato sarà una celebrazione del Capo sopravvissuto. Così passeranno di nuovo in secondo piano le idee e le parole con cui l’ex presidente vuole ridisegnare l’America dei prossimi anni: dalla deportazione al piano energetico
Published
Categorized as Esteri, Home

Trump è sopravvissuto a un attentato

Ucciso l’attentatore, un uomo di 20 anni. L’ex presidente è stato ferito a un orecchio, è in buone condizioni. Le reazioni negli Stati Uniti e nel mondo
Published
Categorized as Esteri, Home

Meloni: “Orbàn a Mosca? Le bombe sull’ospedale di Kyiv dimostrano che Putin non vuole dialogare”

A margine del vertice dell’Alleanza atlantica a Washington, la premier ha risposto alle domande sulla visita del presidente ungherese al Cremlino: “Se fossero iniziative che potessero portare a qualche spiraglio di pace o diplomazia, non ci vedrei nulla di male. Ma il giorno dopo questo segnale quello che si ottiene sono le bombe su un ospedale pediatrico”