Una storia che racconta anche la mia. Per questo leggerò sempre Munro

La figlia ha rivelato che il patrigno abusò di lei da bambina e che la madre rimase con lui anche dopo averlo saputo delle violenze. C’è del tragico, del vile, del meschino e in definitiva dell’umano in tutto questo. E quindi di Munro c’è bisogno di leggerne di più, non di meno
Published
Categorized as Il Figlio

Le famiglie nelle opere di due grandi artisti, Abramovic e Bourgeois

L’artista racconta come l’arte sia stata una via d’uscita dalla famiglia e dalla Jugoslavia postbellica, permettendole di esplorare le dinamiche della psiche umana. A Pesaro per la capitale della Cultura 2024, Abramovic ha attirato oltre settemila persone con la sua performance “The Life”
Published
Categorized as Il Figlio

Il fiume e la colpa

Lei lo ha ucciso, ma è innocente. Il nuovo romanzo di Maria Grazia Calandrone “Magnifico e tremendo stava l’amore” (Einaudi), parte da un fatto realmente accaduto e costruisce una storia che ci interroga su cosa siano l’amore, la violenza, l’autodeterminazione, l’innocenza
Published
Categorized as Il Figlio

Il pantano dopo la magnificenza. Sulla strada eroica di un camionista

José Bortoluci, detto Didi, camionista negli anni dello sviluppo sfrenato del Brasile, è il protagonista del libro “Sulle strade di mio padre” del figlio José Henrique Bortoluci. Il libro racconta la dura vita dei camionisti brasiliani, attraversando territori ostili e sfide quotidiane, simbolo di un progresso illusorio e distruttivo
Published
Categorized as Il Figlio

Un rudere in un quartiere degradato. Il corpo cambia, il mondo si rivela

In un’America ossessionata dalla ricerca della salute e paradossalmente convinta dell’Armageddon imminente, una nazione inferocita quanto Trump o contro Trump, Sam vede nell’irregolarità dell’affacciarsi del proprio sangue un’analogia con il destino del mondo. A proposito di Ribelle di Dana Spiotta
Published
Categorized as Il Figlio

Serena Bortone racconta di un amore che supera i limiti e la verità

Nel libro “A te vicino così dolce” la presentatrice Rai descrive una generazione e un’epoca che non si lascia frenare dal sesso o dall’aspetto fisico. Un racconto prezioso dell’Italia degli anni ’80, dove le norme in materia di attribuzione del genere e del sesso erano lontane e i pregiudizi tanti
Published
Categorized as Il Figlio