Col governo Meloni, il Pnrr in realtà è una lumaca

La premier e il ministro per gli Affari europei Raffaele Fitto sbandierano risultati poco lusinghieri sullo “stato di avanzamento” del Piano: si spende poco e il confronto con il governo Draghi è impietoso. Qualche dato
Published
Categorized as Economia

Manuale per un turismo sostenibile

Comitive di stranieri che sciamano nelle città d’arte, le solite mete che scoppiano, la massa in viaggio in versione mordi e fuggi. Come affrontare l’overtourism, favorito dal boom degli affitti brevi. Idee, alternative e qualche caso di scuola

Il Clean Industrial Deal di von der Leyen non convince l’industria: “Deludente”, dice Gozzi (Federacciai)

Più perplessità che ottimismo dopo il discorso programmatico della presidente della Commissione europea. “Non c’è la svolta radicale indicata da Draghi. Ridurre le emissioni del 90 per cento entro il 2040 e salvare l’industria europea non sono obiettivi conciliabili”, dice il presidente della federazione delle imprese siderurgiche
Published
Categorized as Economia

Sulle pensioni Giorgetti riscopre le virtù della Fornero

“Parliamo spessissimo di pensioni e poco della sostenibilità del sistema”, dice il ministro. Senza le riforme Maroni, Sacconi e Fornero oggi l’Italia spenderebbe 60 miliardi in più all’anno (3% del pil) e avrebbe molti meno occupati
Published
Categorized as Economia

Cosa non torna nel Piano Ursula per la transizione energetica

Il Clean Industrial Deal può essere uno strumento importante, ma da solo non basta. Dovrà essere seguito dalla rimozione degli obiettivi vincolanti sulle fonti rinnovabili e dalla rimodulazione del Green Deal, per concedere all’industria europea il tempo di “cambiare pelle”
Published
Categorized as Economia

La Bce inizia a pesare l’effetto Trump

Tassi invariati, ma l’Eurotower teme una guerra commerciale con gli Usa. Del resto, le elezioni americane non sono così lontane e Trump è dato in vantaggio, così la Bce deve prepararsi in tempo a un quadro più complesso

Blanchard e la spiacevole aritmetica del debito per Francia e Italia

L’economista fa due conti semplici: con gli attuali tassi d’interesse e di crescita, a Parigi serve un avanzo primario dell’1%. Gli stessi calcoli per l’Italia, che ha un costo del debito più alto, significano un avanzo del 4%. Altrimenti il debito non scende
Published
Categorized as Economia

Le conseguenze economiche (negative) di un Trump 2 sull’Europa

Il ritorno di “The Donald” alla Casa Bianca potrebbe costare all?Europa una riduzione del pil di almeno l?1 per cento come effetto congiunto di una nuova guerra commerciale, dell?aumento della spesa per la Difesa e di una maggiore incertezza geopolitica. Il report di Goldman Sachs

Il nuovo Patto di Stabilità alla prova della Francia

Il convitato di pietra dell’Eurogruppo e dell’Ecofin è il ministro francese dell’Economia del governo che ancora non c’è. I conti pubblici di Parigi sono preoccupanti e chi ha vinto le elezioni vuole spendere di più. Il primo test per le nuove regole fiscali
Published
Categorized as Economia

Contro l’iperturismo, meglio una lotteria del biglietto d’ingresso

Dopo le immagini dei barcellonesi che spruzzano l’acqua contro i turisti si rianima il dibattito sull’overtourism. Un curioso meccanismo già in voga negli Stati Uniti potrebbe essere un’utile soluzione a questo problema, più del ticket di ingresso già attivo a Venezia. Alcuni spunti
Published
Categorized as Economia

Le sfide che il vino italiano non può perdere

Il mercato è stabile nonostante una situazione internazionale complicata. Eppure consorzi e produttori dovrebbero mettersi al lavoro per adeguarsi a un mercato che cambia velocemente. Parlano Francesco Liantonio, vicepresidente di Federdoc e presidente di Valoritalia, e Giuseppe Liberatore, dg di Valoritalia

Cosa ha rassicurato i mercati dopo il voto nel Regno Unito e in Francia

La Borsa di Parigi ha chiuso di poco in negativo dopo una seduta altalenante e ora c’è attesa per l’accordo di governo. A Londra è stato determinante il ruolo della cancelliera dello Scacchiere. “In Francia ci vorrebbe un discorso simile a quello fatto Reeves”, dice al Foglio Riccardo Trezzi
Published
Categorized as Economia

La bella Italia degli aeroporti

Nel 2023 nuovo record storico di passeggeri: 163 milioni. Tutti gli scali registrano grandi tassi di crescita. Un decalogo per migliorare il trasporto aereo e aeroportuale e affrontare le nuove sfide di un settore vitale per l?economia nazionale
Published
Categorized as Economia

“Al governo servono maggiori competenze e al Mef un cambio di passo sul Patto di stabilità”. Parla Giavazzi

“Mi pare che non ci sia sufficiente percezione del cambio di percorso che il bilancio pubblico dovrà fare con le nuove regole europee. In molte amministrazioni scarseggiano figure con adeguata preparazione, risultato di scelte dettate dalla fedeltà e dall’amicizia”. Da Ita a Tim fino a Mps. I consigli del professore, ex consigliere di Draghi
Published
Categorized as Economia

La lotta alla contraffazione sia una priorità per Bruxelles

L’intervento di Ornella Auzino, imprenditrice del comparto pelletteria: “Il falso è un fenomeno gravissimo che va a impattare sui posti di lavoro e la qualità del prodotto. Serve un’iniziativa politica internazionale per contrastare certe pratiche”
Published
Categorized as Economia

Dove va Tim senza rete

L’accordo con Kkr c’è, i soldi per rifiatare sul debito pure (sono 14,7 miliardi) ma che fare ora? Una traccia plausibile può essere l’AI
Published
Categorized as Economia

Così la Corte costituzionale boccia la tassa sugli extraprofitti

L’alta corte boccia in teoria l’imposta sugli extraprofitti energetici, la salva in pratica e ne censura solo l’aspetto più grottesco, cioè l’inclusione delle accise nella base imponibile. Tutte le altre eccezioni sollevate dai ricorrenti sono state respinte. Ecco cos’è successo
Published
Categorized as Economia

I problemi di bilancio della Russia

Il Cremlino prepara il nuovo budget. Il pil russo cresce, ma le spese militari corrono di più e il governo ci mette una toppa aumentando le tasse. Il complesso militare-industriale è il motore dell’economia, ma anche la sua principale vulnerabilità

Ciò che non vi diranno sulla sentenza Ue su Ilva

La corte di Giustizia europea ha stabilito che se Ilva produce danni sanitari inaccettabili deve essere chiusa. Ma a stabilirlo dev’essere la scienza. Oggi, anzi, fino ai 6 milioni di tonnellate, può restare aperta con gli altoforni accesi
Published
Categorized as Economia

Corsa ai Btp e Green deal, le due spine nel fianco delle assicurazioni

“Il miglior contributo possibile a una crescita sostenibile sono la solidità e la stabilità del sistema finanziario. Il quadro normativo dovrebbe essere orientato a questo obiettivo più che a indirizzare l’allocazione delle risorse”, ha detto il direttore generale della Banca d’Italia Luigi Federico Signorini
Published
Categorized as Economia